martedì 31 marzo 2009

Primi passi con Derry e Custer!

Oggi nonostante il maltempo abbiamo iniziato a lavorare con Custer e Derry (mentre con Emma inizieremo domani perchè oggi l'abbiamo stressata abbastanza con la tosatura e la pulizia delle orecchie) e devo dire che sono semplicemente.... fantastici!!!!
Derry oggi era molto ben disposta e aveva una gran voglia di lavorare, così clicker in mano abbiamo iniziato dalle cose di base: vieni e il nome (finora veniva chiamata Bau!), ovviamente il vieni lo conosceva già e non ha avuto problemi ma lo abbiamo rinforzato molto per gettare della basi solide per il lavoro successivo, poi in poco meno di 20 secondi ha imparato il seduto! Sono rimasta a bocca aperta! E' una cagna straordinaria, chi l'ha avuta prima di noi ha fatto un gran bel lavoro, è attenta ad ogni minimo movimento del conduttore, presta un'attenzione continua, mi sono mangiata le mani per non aver ripreso il tutto con la fotocamera! Poi siamo passati alla pallina di metallo con dentro uno straccetto imbevuto di olio tartufato e lei ovviamente si è subito data da fare per prenderlo e riportarlo, insomma un'esecuzione perfetta!!!! Chi dice che il lagotto è un cane lento non ha mai visto lavorare Derry.... ha energia da vendere!!!! E Custer subito dopo non è stato da meno... lui non aveva nozioni di base ma ha imparato subitissimo il seduto, abbiamo rinforzato il vieni e poi anche per lui pallina tartufata! Era tutto contento di poter finalmente giocare con noi! Poche ripetizioni e anche per lui un riporto da manuale!!!!
dopo averli visti lavorare con tanta foga e imparare così rapidamente mi sono chiesta come si faccia a preferire un cane da caccia ad un lagotto per la cerca del tartufo! C'è il doppio da lavorare e si rischia sempre di avere un cane che segue la selvaggina. E poi davvero è una gioia per gli occhi vedere i lagotti all'opera!!!!

lunedì 30 marzo 2009

Il clicker... per addestrare a tartufi!

Se tra voi lettori c'è qualche tartufaio si starà certamente chiedendo che cosa diavolo è il clicker e se anche ne ha sentito parlare si chiederà cosa c'entra con i cani da tartufo. Invece c'entra eccome! Il clicker è una semplice scatoletta in plastica con una linguetta di metallo che quando viene premuta fa un doppio click. In realtà è uno strumento di grande precisione e di un'utilità infinita per chi sa usarlo o impara a farlo. Il clicker si usa facendo associare al cane il suono "click" ad un premio (in cibo o altro, dipende da cosa vogliamo ottenere e da cosa motiva il cane), dopo poche ripetizioni il cane avrà imparato che il suono del clciker "predice" l'arrivo del premio e indica al cane che è sulla strada giusta per ottenerlo. Quando ho iniziato a documentarmi sull'uso del clicker e l'ho provato non capivo la differenza tra il "click" e la parola "bravo" detta mentre si premia il cane. In effetti a livelli base non c'è molta differenza ma il clicker ha il vantaggio che è un suono neutro, che non è infuenzato dai nostri stati d'animo al contrario della voce. Per il cane è un suono inequivocabile e dal chiaro significato, per questo se il cane è motivato impara molto più in fretta con il clicker rispetto a metodi tradizionali. Se si diventa pratici poi si scopre davvero un mondo di possibilità di utilizzo del clicker, e spesso non si riesce più a farne a meno!!! Il cane proverà a fare di tutto pur di ottenere il click (e quindi il premio), dovrà sforzarsi di capire cosa funziona e cosa no. Attenzione a non prenderci però la mano, è facile stressare il cane, soprattutto se lavoriamo pretendendo troppo e in poco tempo. Piccole sessioni che si concludono sempre con ricchi premi e con l'esercizio (o la parte di essso) riuscita, in modo da soddisfare cane e padrone. Io ho iniziato ad usarlo da sola, leggendo e documentandomi il più possibile prima di provarlo sui miei cani e ora lo utilizzo per insegnare le cose base e le cose più complesse, anche se in effetti in alcune situazioni ne faccio volentieri a meno. Non pensiate che se insegnate al vostro cane un qualunque esercizio con il clicker poi dobbiate continuare ad usarlo ogni volta che chiedete quella cosa al cane perchè non serve. Il clicker serve a costruire passo passo gli esercizi, ma una volta acquisiti si possono richiedere e premiare senza clicker, per questo Alexa Capra lo definisce corettamente "uno strumento di precisione".
Per la cerca del tartufo il clicker è davvero fantastico, si costruisce l'intero lavoro che il cane dovrà fare passo passo per poi mettere tutto insieme. Si insegna a prendere un oggetto (tartufo) in bocca, a lasciarlo, poi a cercarlo, a cavarlo e a portarlo. Tutte cose che ovviamente è possibile insegnare anche con metodi classici ma che con l'utilizzo del clicker rendono la vita decisamente più facile a voi e al cane che imparerà in fretta e senza confusione. Uno dei tanti vantaggi del clicker inoltre è che potete sfruttarlo anche mentre il cane fa un pò quello che gli pare aspettando magari che da solo si avvicini al tartufo o a quello che vogliamo noi e quel punto click! Premio! E il gioco è fatto, il cane riproporrà facilmente lo stesso comportamento per ottenere il premio. Stessa cosa per insegnare magari il seduto, possiamo aspettare che il cane in un momento tranquillo decida di sedersi e subito click- premio! Insomma il futuro dell'addestramento anche del cane da tartufi è con il clicker!
Per informazioni sul clicker training: http://www.waggingweb.com/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=38&Itemid=55

Le nuove foto dei cuccioli!!!!













Bo-derek dei Re d'Abruzzo


Lei è Bo-derek detta Derry, ha passato i suoi 2 anni di vita andando a tartufi nelle zone dell'Aquila e ora continuerà a farlo con noi. E' la sorella della fantastica Bella dei Re d'Abruzzo che sta facendo il campionato italiano di bellezza ed è già campionessa di San Marino. Buon sangue non mente!!!

Emma dei Re d'Abruzzo


Lei è Emma, dolcissima come il suo nome e molto sveglia, impara tutto in fretta. Ha 8 mesi, presto inizieremo l'adestramento per i tartufi!

Custer dei Re d'Abruzzo


Ecco Custer, maschio di 1 anno, simpaticissimo e buffissimo! E' la gioia fatta cane, un vero clown e molto coccolone. Ha una struttura incredibile per essere così giovane! Presto debutterà in expo certamente con grandi risultati!

Sono arrivati!!!!!

Sono arrivati in famiglia altri 3 lagotti stupendi: Custer, Emma e Boderek (detta Derry). Ve li presento uno per uno!

martedì 24 marzo 2009

Standard di lavoro e regolamento prove per il lagotto romagnolo

Ecco un link interessante dove troverete il regolamento per le prove di lavoro del lagotto che per il momento sono ancora legate al club di razza e non danno qualifiche ufficiali enci come per altre razze.
http://www.enci.it/documenti/lagotto_sl_rpl.pdf

nuovi in arrivo

IiSabato il grande evento...arrivano i campioni dell'Allevamento dei Re d'Abruzzo....
Sono felice e spero di poter gioire con loro con Mostre di Bellezza,uscite a Tartufi e tanto altro.Voglio dare a loro tutto l'amore che ho per gli animali.
Pubblicherò le foto appena saranno da me.
Ciao a tutti
Rocco

martedì 17 marzo 2009

sabato 14 marzo 2009

foto di un'uscita estiva....

Queste sono le foto di un'uscita fatta la scorsa estate con Snoopy e Paprika, la border collie (lei è l'intrusa del blog ma è brava a tartufi!!!) alla ricerca di nuove tartufaie se non ricordo male. Insomma ci siamo fatti una lunga camminata!!!!






Finalmente un pò di riposo!!!!

Suami si gode il sole primaverile lontana dalle sue piccole pesti!!!!!

I primi passi!



Ieri li abbiamo fatti uscire dalla cassa parto per fare le foto e si sono divertiti ad esplorare l'ambiente circostante muovendo i primi passi, sempre sotto la supervisione delle brava mamma!

Pico

Il secondo maschietto....

Zeus

Un bel maschione!

Maja

Terza femmina, per me stupenda!!!!!

Tea

Ecco la seconda splendida femminuccia.....



Olympia.... detta Olly


Lei è l'ultima nata ma decisamente la più grande, la prima a mettersi in piedi sulle sue zampette e la prima a leccarmi la mano!!!!


E' arrivata l'ora di presentarvi i cuccioli!!!!!!!


Nella notte più fredda e gelida dell'anno, tra vento, neve e ghiaccio, sono venuti al mondo gli splendidi cuccioli di Suami!!!!! Il maltempo è arrivato all'improvviso e ci siamo dovuti attrezzare all'ultimo momento per trovare una sistemazione calda e comoda per tutti e con l'aiuto di un porticato chiuso, stufe, lampade, borse dell'acqua calda abbiamo sistemato la futura mamma ben al calduccio! Ecco a voi le meraviglie nate il 19 febbraio 2009 da Zarina dei Re d'Abruzzo x Hugh dei Re d'Abruzzo!!!!



Le 5 meraviglie!

domenica 1 marzo 2009

Il lato oscuro del tartufo...

Seguendo un corso sul tartufo, dalle specie, ai cani utilizzati, all'impiego in cucina, abbiamo affrontato il tema dell'avvelenamento nel cane da tartufo, argomento periglioso, doloroso per chi ha perso il proprio cane e delicato. Intanto comunico gli aggiornamenti che ci sono stati da parte del ministero della salute riguardo l'argomento, da dicembre 2008 infatti è obbligatorio per chiunque venga a conoscenza della presenza di tossici o veleni sul territorio (sia a seguito dell'avvelenamento del proprio cane, sia a seguito della scoperta di bocconi, sostanze varie o animali selavatici morti per sospetto avvelenamento) di farne comunicazione tempestiva al veterinario presente in zona o alle autorità competenti (polizia municipale, guardia forestale), i quali provvederanno ad allertare il sindaco che dovrà necessariamente apporre sulla zona incriminata appositi cartelli indicanti l'avvenuta morte di animali di proprietà o selvatici sul quel territorio, in modo da mettere in guardia tutti coloro che frequentano la zona. Questo in breve quanto previsto dalla legge, ma in effetti il problema rimane invariato.
La meticolosità, l'astuzia con cui persone senza cuore preparano bocconi avvelenati fa raggelare il sangue!
I veleni più in voga sono sostanze utilizzate comunemente in agicoltura: lumachicidi, topicidi e ratticidi, concimi per piante di ulivo che a contatto con il terreno sprigionano cianuro e il cane si intossica semplicemente inalando la polvere sulla terra. Oltre a questi si aggiungono altri tipi di sostanze tossiche come l'antigelo delle macchine, soda caustica e quant'altro.
Tutti inducono più o meno rapidamente (e il base alla dose ingerita) la morte dell'animale, l'unica cosa da fare immediatamente è telefonare al veterinario più vicino e solo dopo il suo ok tentare di far vomitare il cane somministrando acqua ossigenata o sale grosso o sciroppo di ipecacuana (almeno una delle tre andrebbe sempre portata con sè nelle uscite) per os. Particolare attenzione va posta allo stato di incoscienza dell'animale, se il cane ha perso conoscenza non va assolutamente fatto vomitare!!!! Lo uccideremmo noi facendolo soffocare con il suo stesso vomito. E' inoltre importante stare attenti al comportamento del cane, anche il più bravo e ubbidiente sotto l'effetto del veleno potrebbe non riconoscerci e morderci, è dunque consigliabile legare la bocca con un laccio o mettere una museruola prima di spostarlo per andare dal veterinario.
I bocconi e le esche non sempre sono destinati ai cani dei tartufai, spesso si tratta di intimidazioni per i cacciatori o di tentativi di elimniare alcune specie sevaltiche dalla zona. Qualunque sia la ragione trovo inaccettabile la perdita di un cane a causa di un folle che non ha nulla di meglio da fare che preparare esche avvelenate! E' un'autentica piaga del mondo del tartufo (ma anche della caccia) che spesso attira gente senza scrupoli che farebbe di tutto per il denaro.
Il mio consiglio è di abituare fin da cuccioli i vostri cani all'utilizzo della museruola perchè basta anche un solo istante di distrazione o un metro in più che ci separa dal nostro amato cane per ritrovarci all'improvviso in un incubo!!! Si può facilmente abituare un cucciolo ad indossare la museruola, prima per gioco e poi pian piano sul lavoro, o una cane adulto premiandolo e abituandolo gradualmente o, se siamo in grado di usarlo, con il clicker.
Buona cerca in sicurezza a tutti!
Marta