mercoledì 15 febbraio 2012

martedì 7 febbraio 2012

Emergenza neve


In Abruzzo e in particolare qui a Guardiagrele siamo in piena emergenza a causa della neve, siamo sotto un metro di coltre bianca e continua a nevicare.
La situazione è critica in molte parti d'Italia e approfittiamo per dare alcuni consigli per i nostri amati cani.
E' vero che i lagotti sono cani piuttosto resistenti e non soffrono il freddo ma le temperature polari che ci stanno investendo non sono quelle a cui sono abituati perciò cercate di farli stare al riparo almeno nelle ore più fredde, possibilmente in casa oppure in garage o luoghi molto riparati. Se vivono in box provvedete a mettere dei teli ai lati e sopra in modo che non siano soggetti alle raffiche di vento freddo e la temperatura attorno alla cuccia non sia così bassa. Se riuscire mettete sulla porta della cuccia una tendina tipo questa:
Non risparmiatevi ad utilizzare coperte di lana e vecchi maglioni per rendere più calde le cucce.
Aiutate i cani anche con l'alimentazione aumentando le dosi fino a raddoppiarle se occorre e aggiungete un filo d'olio o dello strutto, fornite i pasti opportunamente suddivisi in almeno 2 volte al giorno.
Per chi abita in città fate attenzione al sale per le strade, brucia i cuscinetti plantari dei cani, quindi fornitevi di scapirne apposite oppure sciacquate bene le zampe dei cani finita la passeggiata. Potete anche mettere delle creme protettive sulle zampe (Propad, Elastopad).
E' decisamente una situazione eccezionale, speriamo che passi presto!

mercoledì 1 febbraio 2012

Auto e dintorni

Ogni cane da lavoro che si rispetti deve avere piacere di salire in auto, almeno per il fatto che per il cane significa andare a fare qualcosa di bellissimo!
In pratica però prima che il cane faccia questa associazione può passare un pò di tempo e salire in auto può dare qualche problema.
La macchina deve diventare la seconda casa del cane e ovviamente per questo deve prevedere un posto sicuro e confortevole per il cane, che il più delle volte corrisponde ad un trasportino.
Vorrei quindi spendere due parole riguardo al famoso trasportino (chiamato anche kennel): non è una gabbia o una cosa brutta, è la seconda casa del cane, la sua adorata cuccia! Tutti i miei cani dal primo all'ultimo hanno sempre adorato il loro trasportino proprio perchè lo ritengono un posto confortevole e sicuro.
Detto questo ovunque sia il trasportino, in casa o in auto, sarà sempre gradito ( a patto che non sia usato come punizione).
Quindi le possibilità per far piacere ad un cucciolo l'auto sono 2: sfruttare il fatto che gli avete fatto amare il trasportino e quindi metterlo in macchina (passaggio molto semplice e naturale) oppure abituarlo gradualmente all'auto.
La prima opzione prevede qualche giorno di lavoro a casa, in cui lo fate familiarizzare con il trasportino lasciandolo aperto e mettendo dentro una bella copertina (questo di solito è già sufficiente a farglielo piacere) e qualche premietto. NON provate assolutamente a chiuderlo dentro non appena ci entra, altrimenti capirà che è una specie di trappola e non vi metterà mai più il naso dentro.
Lasciatelo semplicemente aperto in modo che possa scegliere dove stare e entrarci a piacimento, ogni volta che ci si avvicina o entra subito premiarlo con un boccone e tante coccole.
Prestissimo proporrà da solo di entrarci.

Quando dopo qualche giorno sarà tranquillo ad entrare e uscire allora potete provare a chiudere la porta per pochi secondi, se avete fatto un buon lavoro nei giorni precendenti il cucciolo non farà una piega, quindi premiate e riaprite.
Continuate così allungando sempre di più i tempi. Deve essere una procedura molto tranquilla e naturale, per il cane il trasportino sarà un posto comodo e piacevole.
Dopodichè basterà mettere il trasportino in auto e il gioco è fatto! Il cucciolo potrebbe essere perplesso inizialmente ma dopo poco si rilasserà.

La seconda opzione senza trasportino prevede che facciate il lavoro spiegato sopra ma con l'auto: aprite la porta dell'auto e mettete dei bocconcini dentro o premiate il cane ogni volta che accenna a salire. Se è molto piccolo potete già farlo salire in auto, metterlo al suo posto, premiarlo e farlo scendere subito dopo. Il giorno dopo accendete l'auto ma senza partire, premiate il cucciolo e si scende di nuovo (ripetete più volte nella giornata). Nei giorni successivi fare da pochi metri e qualche centinaio di metri con l'auto tornando poi a casa e premiando il cucciolo se sta tranquillo. alla fine diventerà qualcosa di talmente naturale che non avrete problemi.


Il secondo metodo che prevede di fare pochi metri in più al giorno è molto utile se avete un cane che soffre di mal d'auto. In tal caso però evitate di dare premi al cane (vomita più facilmente) e limitatevi solo ad abituarlo gradualmente (con o senza trasportino).
Esistono anche dei buoni prodotti omeopatici per prevenire questi disturbi nei cani, se chiedete ad una farmacia omeopatica sapranno senz'altro consigliarvi. Oltre a questi nei casi gravi si possono usare farmaci che devono essere prescritti dal veterinario ma per i costi è poco comodo usarli se uscite di frequente, piuttosto fate il lavoro di cui sopra con molta pazienza e usate prodotti naturali per aiutare.