mercoledì 14 marzo 2012

Come rovinare le tartufaie

Amici lettori volevate un nuovo post? Eccolo!
Su fb mi arriva da amici tartufai la segnalazione che su un sito (noto sito, dai lo conosciamo tutti) si vendono coordinate gps delle tartufaie. Ok questa cosa già la sapevo, l'avevo letta tempo fa ma non le avevo dato il giusto peso, perchè udite udite le coordinate costano la bellezza di ..... oltre 500 euro (ne ho beccate alcune a 600)!!!!!


Ora... io vorrei solo dire che stento ancora a credere che qualcuno possa essere così scaltro da creare un vero e proprio buisness sulle coordinate di una tartufaia (e tra poco vi spiegherò perchè) e in più mi pare ancora più inverosimile che qualcuno, seppur neofita, sia davvero disposto a tirar fuori dei soldi per ricevere delle coordinate!
Prima cosa fondamentale che un neofita deve capire è questa: devi camminare e camminare e camminare e camminare e camminare se vuoi trovare tartufi sul serio.
Seconda: se non hai un buon cane tutte le coordinate del mondo ti serviranno a ben poco (a meno che tu non sia intento a zappare la tartufaia...).
Terza: ma davvero credi di poter imparare ad andare a tartufi così? Quando avrai finito tutte le coordinate come farai ad andare a tartufi?
Le tartufaie sono dei posti speciali, dove la natura fa il suo corso e l'uomo ci mette lo zampino ogni tanto ma deve farlo col massimo rispetto per non rovinare tutto! Non è detto che dove cavi quest'anno l'anno prossimo trovi qualcosa... è quello il bello! Troppe variabili entrano in gioco: temperature, precipitazioni, interventi di animali selvatici ecc...
E una coordinata gps ad un neofita serve veramente a poco... non farà altro che camminare come un imbecille (si questo è il complimento minimo che posso fare a chi partecipa a questa cosa) per i boschi seguendo l'aggeggio elettronico non rendendosi conto di dov'è, se ha passato altre 10 tartufaie, se il posto segnalato è inadatto e magari arrivato lì scopre pure che ci era appena passato qualcuno a cavare (oltre al danno la beffa per una modica cifra eh...).
A rovinare la poesia e la magia dell'andare a tartufi ci si mette anche un linguaggio condito di "arruolamento, numero di matricola, perlustratore ecc" che più che un uscita a tartufi sembra una missione in Afghanistan!
Ma dove è finito l'amore per i boschi, per il cane che ci accompagna, per il silenzio e la calma che pervade tutto durante le uscite? Davvero basta un navigatore per poter essere chiamati Tartufai (il maiuscolo non è a caso)?
Il tutto si riduce ad un mero commercio, nient'altro!
E' vergognoso e dannoso per le tartufaie, pensate a tutti coloro che potrebbero una volta muniti di coordinate recarsi lì a zappare senza pietà, rovinando irrimediebilmente tutto!
Infine, cari furbi che fornite le coordinate, non vi rendete conto che state vendendo un bene più prezioso del denaro ad una sola persona che decide di tutto e tutti?
Non c'è bisogno di pagare mezzo euro per andare a tartufi (ah no, il tesserino va pagato quello si!), occorre solo avere buona volontà, umiltà di chiedere e saper ascoltare da chi prima di noi ha camminato per quei boschi, imparerete più da loro che da 1000 siti web.
L'unico uso sensato che si può fare di un navigatore per andare a tartufi è quello di segnarsi le zone per sè e valutare così negli anni l'andamento della tartufaia, o evitare di perdersi nei boschi!
Ora vi svelo invece cosa serve per trovare zone nuove (e badate bene che lo faccio gratis!): il naso del vostro cane! :)
Per voi neofiti: non sapete cosa vi perdete evitando di cercare da soli con i cani  i posti dove cavare, perderete la soddisfazione non aver camminato per nulla, la soddisfazione del vostro cane che ha fatto un buon lavoro, e la scoperta di un tesoro bellissimo (fa tornare un pò bambini).
Capita di fare km per niente e di tornare a casa delusi e stanchi, bene quella delusione è la più grande lezione che la natura possa darvi: non tutto vi è dovuto, non tutto può essere studiato e pianificato, per arrivare ad ottenere qualcosa bisogna sudare e meritarselo, bisogna avere pazienza e costanza. In un'epoca dove con un pulsante possiamo avere tutto a portata di mano lasciamo intatte almeno le cose che belle che la natura ci offre.

Ps: se  dovesse scomparire il blog dopo questo post non preoccupatevi... diciamo che c'è qualcuno che ha questa infantile abitudine coi siti altrui quando legge qualcosa che non gli va!

11 commenti:

  1. La mercificazione della natura è qualcosa di VERGOGNOSO!!Vorrei tanto conoscere questi NOS (cazz vordi' poi??) che vendono le loro (e non solo) tartufaie ad altrettanti personaggi neofiti. Ottimo intervento.

    RispondiElimina
  2. Parole, Sacrosante e non valide solo per i neofiti ma per tutti coloro che vanno in cerca di tartufi, anche da tanti anni, capita sempre e sempre deve essere messo in conto di tornare a casa a mani vuote; e non è perchè hai tanti anni di esperienza alle spalle vai a colpo sicuro, l'esperienza da tanto aiuto, ma non è tutto o non è sempre infallibile. Saluti Gabio

    RispondiElimina
  3. non c'è più bella sensazione di passeggiare col proprio amico a quattrozampe ed incappare incosapevolmente in un bel regalo nascosto sotto una bella pianta di nocciolo selvatico o di un bel pioppo,sapendo di essere i primi ad aver fatto quella scoperta,questa emozione non ha prezzo,,,,per tutto il resto c'è mastercard!!!!

    RispondiElimina
  4. Non sono un tartufaio, ho un Lagotto che mi segue fedelmente nelle mie lunghe escursioni e l'unica volta che ha trovato due tartufi è stato per puro caso, ma pur da "esterno" credo che non ci sia niente di più giusto di quel che hai detto.

    RispondiElimina
  5. Hai ragione condivido

    RispondiElimina
  6. Parlare senza documentarsi a dovere, purtroppo, e' il male comune del 99% dei siti e dei blog che parlano di cani e tartufi.
    Sicuramente e' grazie a quel sito e a quella persona che oggi migliaia di persone possono permettersi di andare a tartufi.
    Innanzitutto e' bene, prima di calunniare sull'altrui operato, sapere come realmente funziona questa" missione in afganistan".
    Con il lavoro di squadra e piu' che tutto con IL RISPETTO FRA PERSONE, ad oggi con il metodo "MISSIONE AFGANISTAN" sono state rese note e scoperte, all' interno della comunita' di quel sito, piu' di 10000 nuove tartufaie grazie al lavoro di appassionati che hanno aderito solo ed esclusivamente alla buona riuscita di un progetto cosi' innovativo.
    Il perche' di cosi' tanta segretezza?
    Se lei, invece di raccontare quello che vuole, raccontasse quello che dovrebbe, molta gente onesta capirebbe che la segretezza e' obbligatoria, per non dare alito ai soliti opportunisti in cerca di posti nuovi dove cavare, vendere e guadagnare.
    Volevo altresi' ricordare che le coordinate in vendita, sono coordinate trovate dall' amministratore di quel sito, piu' altre coordinate di alcuni appassionati che hanno dato il consenso alla vendita delle stesse, senza provvigioni di alcun tipo, solo per rispetto e onesta' nei confronti dell' amministratore.
    Le coordinate in vendita, sono vendute una volta sola e ad una persona sola, e non come dice lei,e con regolare fattura, a differenza di altri siti dove viene venduto tutto a nero e senza fatture!
    Detto questo, cara signora, il fatto stesso che la maggior parte dei siti e blog siano una fotocopia del tanto famoso sito che lei nomina, (c'e' addirittura un sito di attrezzature per tartufai che oltre a copiare I TESTI, ha addirittura incollato LE FOTOGRAFIE)
    significa che il mondo del tartufo on line ha le radici in quel sito, e credere di screditarlo con maldicenze e cattiverie, non fa altro che renderlo piu' forte e innovativo.
    Io faccio parte di uno di quei "FURBI" che lei nomina, e in fatto di risultati personali (addestramento,habitat, segreti, buonsenso, educazione, rispetto degli altri ecc, ecc) non sono secondo proprio a nessuno.
    L'unione fa la forza, a differenza di cio' che vuol far credere lei.

    RispondiElimina
  7. La ringrazio caro Anonimo per il suo commento, qui si ascoltano tutte le campane ma detto ciò non mi arriva nulla di nuovo. Vendere qualcosa che è proprietà di tutti non è corretto. Il sito in questione è ovviamente a scopo di lucro. Dove c'è di mezzo il denaro mi spiace ma troppo spesso passano in secondo piano altri fattori, come il rispetto per le tartufaie, che vanno scoperte e identificate con l'aiuto del cane non con un gps.
    Per quanto riguarda me qui è dal 2009 che si dispensano consigli GRATUITI per chi vuole iniziare ad andare a tartufi o addestrare il proprio cane. E mi sembre che come me anche altri non abbiano avuto necessità di pagare nulla per imparare qualcosa riguardo il mondo del tartufo.

    RispondiElimina
  8. Se vogliamo dirla tutta, anche lei fa parte di un sito COMMERCIALE, i soldi non centrano proprio niente e io per primo non ho mai sborsato una lira per imparare ad andare a tartufi.

    Ognuno puo' avere le proprie opinioni, e' normale che ci possano essere antipatie tra persone (spesso senza neppure conoscersi), ma e' giusto dire le cose come stanno realmente, senza inventare discorsi offensivi e regole non corrispondenti alla realta'.

    Il regolamento del progetto che lei critica apertamente e' leggibile proprio in una sezione di quel sito, (il quale non si e' mai permesso di criticare nessun "concorrente" di settore)

    basterebbe leggerlo solo una volta per rendersi conto che le regole sono completamente diverse da come sono state qui descritte.

    Ben vengano le critiche a qualsiasi argomento, anche di vita quotidiana ma offendere non e' un comportamento lecito ne tanto meno corretto. (anche nei confronti delle migliaia di persone che fanno capo a quel sito).

    Siamo tutti legati ad una stessa passione, evitiamo di farci male a vicenda, siamo la nazione per eccellenza al mondo per cio' che concerne il tartufo e si fidi, il mondo intero ci legge, rendiamoci conto che queste sterili discussioni non ci fanno una buona pubblicita!!

    Cordialita'.

    RispondiElimina
  9. Riguardo la cordialità e il rispetto le assicuro che la pensiamo allo stesso modo, ma qui sul mio blog sono libera di esprimere il mio pensiero, che piaccia o no. Il regolamento l'ho letto bene comunque.
    Per quanto riguarda me non appartengo a nessun sito commerciale che mi risulti ma se mi sono persa qualcosa ultimamente sono pronta ad ascoltare. Detto questo credo che tra il mio modo di vedere le uscite a tartufi e il "vostro" (mi permetta di rifermi ad un gruppo) ci saranno sempre differenze abissali. Se qualcuno di mia conoscenza in ogni caso dovesse comunciare coordinate di una tartufaia da me frequentata mi girerebbero non poco... le tartufaie sono di TUTTI, quindi nessuno può vendersi nulla. Che la gente abbia il coraggio di mettersi in gioco e uscire col cane a fare km!

    RispondiElimina
  10. x anonimo 556 euro x una coordinata? questa è una truffa vi dovete solo vergognare di quello che state facendo,e non eliminate le password di chi prima poteva entrare nel vostro sito e adesso non può entrare più....a forse non ha fornito coordinate GRATUITE!!!!

    RispondiElimina
  11. Volevo solo dire, che anche io come molti altri, ho imparato ed ho appreso tanto dai consigli riportati su quel famoso sito.
    Ma non posso che essere d'accordo con marta, sul fatto che sia diventata una vergogna la gestione di quel sito, e del suo proprietario, che di certo per far soldi non avrebbe bisogno di questi espedienti, e di lucrare su qualche giovane sprovveduto che di sicuro pagherà per quelle coordinate.
    Per non parlare poi del fatto che per accedere al sito bisogna comprare degli abbonamenti...ridicoli...

    RispondiElimina